By Damon Galgut,Fabio Pedone

Il nuovo bellissimo romanzo di Damon Galgut, lo scrittore sudafricano due volte finalista al più importante premio della letteratura di lingua inglese, il guy Booker Prize.

«Estate artica è l’opera di un maestro».
Daily Mail

«Scritto con maestria e profondamente avvincente».
Kate Saunders, The Times

Estate artica è los angeles storia romanzata di uno dei maggiori scrittori britannici, E.M. Forster, l’autore di capolavori quali Passaggio in India, Maurice, Camera con vista. Forster, omosessuale in un’Inghilterra puritana, tentò according to tutta l. a. vita di sfuggire all’opprimente ambiente della provincia inglese e fu un grandissimo viaggiatore. I suoi viaggi non furono solo los angeles scoperta di posti esotici, dove immergersi in stili di vita opposti a quelli occidentali e dove verificare l’ingiustizia sprezzante con cui l’Impero britannico trattava le proprie colonie, ma furono ancora di più l. a. ricerca di passioni amorose, di affinità elettive con uomini di altre razze e tradition, che Forster sentiva più vicini al proprio animo e al proprio desiderio.

Questo romanzo parla di differenze, di distanze, e di ponti gettati sugli abissi al high-quality di colmarle: c’è l. a. distanza fra inglesi e indiani, dominatori e dominati, con le questioni politiche ed etiche che solleva; una distanza che si riverbera anche nelle relazioni affettive tra uomini nati su sponde various della vita e della società. Ci sono le difficoltà legate all’essere omosessuali nella società inglese in un’epoca come l’inizio del Novecento, con il segreto a cui si period costretti, l. a. pressione del conformismo sociale e il conseguente senso di disperata solitudine, reso dall’autore con grande forza drammatica.

Show description

Read More →

By Gilbert Sinoué,Giuliano Corà

Costantinopoli, 26 agosto 1896: un commando di armeni assale los angeles Banca Ottomana. L’azione dimostrativa vuole richiamare l’attenzione delle potenze europee sulle richieste di riforme in favore della minoranza armena che il sultano Abdul Hamid II ha lasciato deluse.
È con questo episodio storico che prendono avvio le drammatiche vicende degli armeni in Anatolia, quelle vicende che, come gli ebrei con il termine Shoah, gli armeni oggi ricordano con due espressioni altrettanto efficaci: Metz Yeghèrn, il Grande Male, e Aghèt, l. a. Catastrofe.
Ed è con questo episodio che ha inizio anche il grande romanzo della famiglia Tomassian, con Hovanes che all’epoca è tra i pochi armeni membri del Parlamento turco. Uomo colto, conoscitore dell’Europa e partecipante all’assalto alla banca, Hovanes ha lasciato nella lontana Erzerum il padre Vahe, il fiero patriarca dei Tomassian, e il mite fratello Ashod, maestro di scuola.
Diciotto anni dopo, mentre a Costantinopoli los angeles situazione in line with gli armeni è alle soglie della tragica svolta, a Erzerum Ashod ha sposato Anna e ha due figli poco più che bambini, los angeles bella Shushan e il piccolo dolce Aram. Saranno loro, rimasti soli dopo il massacro di tutti i famigliari avvenuto sotto i loro occhi, i protagonisti, gli eroi di una storia di dolore e morte, l’emblema di quel viaggio all’inferno che, tra los angeles primavera del 1915 e l’autunno del 1916, portò con un ferreo programma di morte all’annientamento di un popolo nella terra che abitava da millenni.
Alle soglie della prima guerra mondiale, tra l’indifferenza e l’incomprensione dei grandi d’Europa, soprattutto Inghilterra e Francia, il destino di un’intera nazione si rivela segnato dall’Aghèt pianificata dagli «uomini forti» del governo turco di allora, il ministro dell’Interno Talaat Pascià e il ministro della Guerra Enver Pascià.
Ma come sempre accade, nel dramma non tutto viene spazzato through: resta l. a. fedeltà al proprio popolo, alla sua identità, che perdurerà nella memoria straziata dei sopravvissuti, dei testimoni. E alla giovane Shushan, nel momento in cui il terrore los angeles assale, affiorano le parole del padre: «il giorno in cui ti sentirai invasa dalla paura, il giorno in cui ti troverai faccia a faccia col ragno dalle zanne di sciacallo, ricorda che nel mio sangue e in quello di tuo nonno potrai attingere los angeles forza di affrontare i tuoi nemici. Non dimenticare, Shushan, djian: tu sarai invincibile…».

«È giunto il pace in step with noi Armeni di liberarci delle menzogne di Stato e di entrare, in maniera chiara e limpida, in questa Europa?».
Charles Aznavour, prefazione advert Armenia

«Un'appassionante romanzo storico che ci conduce nel cuore di un genocidio».
Isabelle Marchand

«Un'immensa saga, il destino tragico di una famiglia in un romanzo vero di un'intensità folle».
Le Figaro Magazine

Show description

Read More →

By Danila Comastri Montanari

Cave canem, "Attenti al cane". Nelle ville patrizie dell'antica Roma period uso scriverlo all'ingresso dell'abitazione, e non sfugge all'abitudine anche l. a. ricca dimora di Gneo Plauzio, mercante di origini plebee che, dopo aver fatto fortuna con il commercio del pesce, si è trasferito sulle rive del lago Averno. Ma in questo caso, forse, c'è davvero qualcosa a cui stare attenti. Lo scopre il senatore Publio Aurelio Stazio che, di ritorno a Roma dopo avere trascorso un periodo di vacanza a Baia, si ferma ospite di Plauzio. Appena arrivato, viene a sapere che proprio l. a. notte precedente il figlio primogenito del padrone di casa, Attico, è morto, dopo essere scivolato nella vasca delle murene. Si mormora che sulla famiglia gravi un'oscura maledizione e che tre figli dovranno perire in step with opera di pesci, uccelli e insetti. E quando anche il fratello di Attico muore, trafitto da un becco appuntito, anche i più scettici iniziano a credere che quelle morti siano volute dal Fato. Certo non Aurelio Stazio, che conosce anche fin troppo bene l. a. scaltrezza e l. a. ferocia degli uomini.

Show description

Read More →

By Guido Cervo

Secolo XIII. Eustachius von Felben non aveva mai vacillato. In Terrasanta, dove aveva combattuto in keeping with vent'anni, sapeva con certezza quale fosse il suo compito di cavaliere dell'Ordine Teutonico. Difendere los angeles Croce con l. a. sua spada. Diffondere il vero Credo tra gli infedeli. Ma ora che è tornato in Prussia, sede del suo Ordine, sente nascere nell'animo un'inquietudine insopprimibile. l. a. sua missione non è cambiata, anche qui ci sono pagani da convertire, ma le urla di uomini, donne e bambini arsi vivi nel rogo delle loro case ora sembrano più acute, i cadaveri che si aggiungono ai cadaveri disegnano un trionfo della morte sconosciuto al più visionario dei pittori. Davvero Deus vult, Dio lo vuole? E quando si trova coinvolto nella crociata mossa dai cattolici contro il principato russo di Vladimir-Suzdal e l. a. potente città di Novgorod, il suo dubbio si fa disgusto. Lungo l. a. marcia, l'esercito cristiano, formato in gran misura da suoi compagni d'arme, si concede ogni genere di violenza, che il vescovo von Buxthoeven, promotore della crociata, non può che benedire. Ma stavolta i nemici sono ortodossi: scismatici ma pur sempre fratelli di fede. Eustachius riceve l'incarico di scortare un confratello inviato dall'Ordine a trattare los angeles speed con i russi, ma lungo il cammino si renderà conto con crescente amarezza che sono in molti a preferire los angeles guerra. Attraverso un succedersi di battaglie, assedi e scontri sanguinosi in uno state of affairs di ghiaccio e di gelo, fitte foreste e large paludi, si avvicina il momento della resa dei conti tra l'esercito cristiano e quello russo, guidato dall'impavido principe Nevskij. Ma sulla piatta superficie ghiacciata del Lago Cjudi, i crociati si accorgeranno che forse Dio sta according to some distance sentire los angeles sua collera.

Show description

Read More →

By Elizabeth von Arnim

«Ho letto tutti i libri di Elizabeth von Arnim ... Straordinaria.»
Edmund de Waal, autore di Un’eredità di avorio e ambra

«Una folla di raffinati lettori ha scoperto a poco a poco i romanzi di questa scrittrice ironica, spregiudicata, fuori da ogni corrente letteraria, spesso crudelissima nel descrivere una società boriosa, superficiale, vecchia, ingiusta soprattutto verso le donne.»
la Repubblica - Natalia Aspesi

«Cattiva, spiritosa, anticonvenzionale, lungimirante, Elizabeth von Arnim... racconta con verve e un acuto occhio sociale i tic e i tabù della buona società.»
Vanity reasonable - Irene Bignardi

«La donna più intelligente della sua epoca, capace di confliggere, attraverso il dono di una grazia urticante, con il durissimo velluto della società che los angeles circonda.»
TTL - los angeles Stampa - Mirella Appiotti

«Irresistibile consistent with humour, sottigliezza psicologica, fini descrizioni d’ambiente.»
Corriere della Sera - Serena Zoli

Berlino 1914. Christine, giovane violinista inglese di raro talento, si trasferisce in Germania in line with un anno di studio. È felice, conosce anche l’amore, ma presto capisce con sgomento che l’intera Germania brama los angeles guerra e inneggia ai valori di sopraffazione e predominio sulle altre nazioni. Quando infine scoppia il conflitto, e l’Inghilterra si schiera a fianco dei nemici dei tedeschi, Christine è in pericolo. Scritto con lo pseudonimo di Alice Cholmondeley, il romanzo prende spunto dalla vicenda privata della von Arnim e di sua figlia Felicitas, scomparsa appena sedicenne in Germania. All’uscita in Inghilterra nel 1917 il libro ebbe un successo straordinario.

Elizabeth von Arnim (Mary Annette Beauchamp 1866-1941), nata a Sydney in Australia e cresciuta in Inghilterra, fu cugina di Katherine Mansfield e amica di E.M. Forster. H.G. Wells nella sua autobiografia los angeles descrisse come «la donna più intelligente della sua epoca». Tutti i suoi romanzi sono pubblicati da Bollati Boringhieri: Il giardino di Elizabeth (1989), I cani della mia vita (1991), Un incantevole aprile (1993), La memorabile vacanza del barone Otto (1995), Elizabeth a Rügen (1996), Amore (1998), Un’estate da sola (2000), Mr Skeffington (2002), La moglie del pastore (2003), Cristoforo e Colombo (2004), Lettere di una donna indipendente (2005), Vera (2006), Il padre (2007), Vi presento Sally (2008), La storia di Christine (2009), Colpa d’amore (2010), La fattoria dei gelsomini (2011), Il circolo delle ingrate e Uno chalet tutto consistent with me (2012), Una principessa in fuga (2013).

Show description

Read More →

By Beatrice Colin,Simona Fefè

È il 1916 e, mentre l’Europa sta già vivendo l. a. tragedia della guerra, in the USA si fa strada una nuova musica, esaltante, liberatoria, moderna, ricca di improvvisazione: il jazz, che di lì a poco uscirà dai ghetti dei neri according to invadere pacificamente ogni casa e ogni locale, senza distinzione di colore, razza o ricchezza.
A ny il cuore della vita artistica è un triangolo di vicoli a ny chiamato Tin Pan Alley, dove agenti teatrali, produttori, sale da concerto e da vaudeville popolano quello che in step with gli amanti della musica è ben più che un luogo fisico: è l’adrenalina di dieci, venti, trenta pianoforti che suonano contemporaneamente, è il ruggito delle macchine da stampa che sfornano cinquanta pagine di spartiti al minuto, il sesso e los angeles malinconia del suono del nuovo secolo.
A Tin Pan Alley lavora come venditore di canzoni Monroe Simonov. Nato sull’oceano Atlantico a bordo di una nave di emigranti provenienti dalla Bielorussia, Monroe raggiunge ogni giorno il suo cubicolo alla common track company dove suona incessantemente al piano nuove canzoni consistent with venderne gli spartiti.
A Tin Pan Alley coltiva i propri sogni anche Inez Kennedy, una bella ragazza del Midwest dai capelli ramati, che si mantiene lavorando come modella in un grande magazzino e aspira a diventare una ballerina o una stella del nascente cinema.
Monroe e Inez si incontrano, si amano follemente, condividono le stesse passioni, ma l. a. loro storia è breve: Inez si allontana, attratta da qualcosa di diverso, da un futuro che soltanto il matrimonio con un uomo ricco e potente sembra poter offrire alla sua ambizione. E al giovane musicista non resta che comporre canzoni da dedicare al suo amore perduto.
Parallela scorre l. a. vita di Anna Denisova, affascinante intellettuale russa, che attraversa l’America tenendo conferenze e scrivendo articoli in attesa che nella sua patria il regime zarista venga rovesciato. Non appena i compagni rivoluzionari saliranno al potere e consistent with lei non ci sarà più il pericolo di finire in prigione, Anna ritornerà in Russia, dalla sua unica grande passione, il figlio lasciato in line with inseguire il sogno di libertà.
Quando l’America entra nella guerra già in corso in Europa, e in Russia il comunismo si consolida al potere, gli eventi travolgono le vite di Monroe, Inez e Anna: arruolamenti e diserzioni, intrighi politici e disillusioni mettono in pericolo vita e affetti. E rimangono solo le canzoni, a dare speranza in un futuro senza tradimenti e menzogne, dove contano soltanto le leggi del cuore.

Un romanzo che «cattura magnificamente il senso di un'epoca di frenetiche invenzioni e seducenti promesse».
New York instances publication Review

«Una lettura che prende totalmente il lettore, un romanzo scritto divinamente».
The Guardian

«Denso di suspense, è un romanzo colmo di sentimenti raccontati con uno stile seducente e advert un pace drammatico».
Daily Mail

«Un romanzo eccezionale… Beatrice Colin è una narratrice davvero gradevole».
Sunday Herald

Show description

Read More →

By Laura Bosio,Bruno Nacci

Il romanzo che riscopre
una straordinaria figura femminile
sullo sfondo del Rinascimento italiano

Si respira aria di melodramma in questo romanzo che, tra Storia e invenzione, riporta in vita passioni e intrighi del Rinascimento italiano e una straordinaria figura femminile a lungo dimenticata. Siamo a Lucca, città dalle cento torri e dalle cento chiese, dai bastioni possenti, ricchissima e spietata, devota e ribelle, fiera della sua indipendenza. Nel 1515, proprio a Lucca, nasce una donna simile alla sua città, orgogliosa e non domata, condannata a una vita controcorrente dal suo stesso essere donna e da un precoce talento poetico. Figlia di mercanti che esportano le loro finissime stoffe in tutta Europa, Chiara Matraini non è nobile né cortigiana, le sole condizioni che le permetterebbero un riconoscimento pubblico. Nel suo destino c’è un futuro di moglie e madre con un’oscura vita tra le mura di un palazzo. Invece Chiara, area of expertise degli studi che i genitori le hanno consentito, make a decision di diventare una letterata, di più, una poetessa, pubblicando con il suo nome un quantity di Rime che ottiene molti consensi. Una scelta che paga duramente, senza smettere mai di lottare, in keeping with amore del figlio, della poesia e dell’uomo a cui si lega dopo l. a. morte del marito, suscitando scandalo. Attorno a lei, un mondo in rapido cambiamento, tra l. a. scoperta di terre fino advert allora sconosciute, los angeles finanza nascente, le inquietudini artistiche, le guerre di dominio e gli aspri conflitti religiosi.

Show description

Read More →

By Andrea Fiorenza

All’alba del 21 gennaio 1916 il cancello del manicomio criminale di Reggio Emilia si apre in step with accogliere Giuseppe Musolino, il brigante che è riuscito a mettere in ginocchio lo Stato e ha costretto il re a trattare l. a. resa. Dopo quattordici anni di carcere duro nel penitenziario toscano di Portolongone, Musolino ha ottenuto l’infermità mentale. advert accoglierlo nel cortile del manicomio, tra i fragori di una guerra disastrosa, c’è il direttore dell’istituto, che vuole studiare los angeles mente di Musolino e dimostrare come, ormai lontano dal mito del terribile assassino, l’uomo meriti di essere trasferito nel manicomio civile di Reggio Calabria, vicino alla sua gente.
Tra ricordi amari e malinconie acute, gli esperimenti rivelano non soltanto i lati oscuri del brigante ma anche quelli dei suoi sperimentatori: il direttore, un giovane infermiere, una suora. Lentamente emerge il passato di ognuno, e l. a. presenza di Musolino riaccende in loro l. a. fiammella mai spenta del senso di colpa...

Basato su ricerche actual nei luoghi in cui il brigante Musolino trascorse l. a. sua vita, Ti lascio in keeping with ultimo è anche un complesso romanzo psicologico.

Show description

Read More →

By Mauro Marcialis

Roma,11 agosto 1492: una
Fumata bianca annuncia al mondo l’elezione di papa Alessandro VI, il potente cardinale Rodrigo Borgia giunto dalla Spagna con l’ambizione di conquistare, dopo il Vaticano, l’Italia intera. Da subito le spregiudicate manovre politiche del papa sembrano non risparmiare nessuno, e persino i suoi adorati figli Cesare, Juan, Lucrezia e Jofré diventano pedine di un gioco crudele, in cui si susseguono matrimoni d’interesse e alleanze pericolose.
E quando le cospirazioni di Alessandro VI cominciano a esigere un prezzo sanguinoso, Cesare chiama a corte il suo vecchio compagno di studi Miguel Corella, che more impregnableà nel nome dei Borgia una serie di efferati crimini con los angeles sua tagliente corda di violino. Cardinali, spie e cospiratori, chiunque tenti di ostacolare l’ascesa della famiglia si scontra fatalmente con lo spietato boia Miguel, l. a. cui furia non risparmia neanche le cortigiane del palazzo di Santa Maria in Portico.
Qui, sotto lo sguardo sprezzante di Giulia Farnese, l. a. splendida amante del papa, si consuma anche l’amore tra l. a. giovane cortigiana Drusilla e un Cesare Borgia ormai preda dello stesso delirio di onnipotenza del padre. Su di loro e su tutta Roma, domina incontrastato Rodrigo Borgia, che osserva il mondo conosciuto e quello appena scoperto sulle carte appese nelle sue stanze, ed è disposto a immolare anche Dio pur di diventarne il padrone assoluto.

Show description

Read More →

By Amitav Ghosh,Anna Nadotti,Norman Gobetti

È il marzo del 1838 e l. a. Ibis, una magnifica goletta a due alberi che, con l. a. vela di maestra e le vele di prora ben tese sembra un uccello dalle grandi ali bianche, è appena arrivata al largo dell’isola di Ganga-Sagar dove il Gange sfocia nel Golfo del Bengala.

Dalla nave si scorgono soltanto le sponde fangose dell’isola e i boschi di mangrovie, ma all’interno entrambe le rive del sacro fiume sono già coperte, consistent with chilometri e chilometri, da folte distese di petali rossi, campi sterminati di papaveri.

Per quei petali los angeles Ibis è lì, alla foce del Gange, destinata dalla «Benjamin Brightwell Burnham», los angeles compagnia inglese proprietaria, a uno dei traffici più lucrosi dell’Impero britannico: il commercio di «delinquenti e stupefacenti» o, secondo una più elegante espressione, di «oppio e coolie».

Il momento, infatti, è eccellente consistent with partecipare alle aste d’oppio della Compagnia delle Indie orientali e al trasporto di predoni, briganti, criminali, ribelli, cacciatori di teste e teppisti d’ogni razza e genere sulle varie isole-prigione dell’Impero sparse nell’Oceano Indiano.

A bordo della Ibis vi è l. a. ciurma più incredibile che si possa incontrare in tutte le acque del Pacifico: un gruppo di lascari, i leggendari marinai cinesi e africani, arabi e malesi, bengalesi e tamil, insomma appartenenti a tutte le razze possibili e immaginabili, che parlano un lingua tutta loro, non hanno altro abito che una striscia di cambrì da avvolgere intorno ai fianchi e vanno in giro scalzi da quando sono nati.

A guidarli è un personaggio dall’aspetto formidabile, con una faccia che susciterebbe l’invidia di Gengis Khan: magra, lunga e sottile, con occhi irrequieti e un paio di baffi piumati che gli scendono fino al mento.

Nel suo avventuroso viaggio, los angeles Ibis reca a bordo un’umanità davvero straordinaria: il figlio di una schiava liberata del Maryland dalla carnagione colour avorio antico; un raja in rovina, il cui viso lungo, scarno e triste esprime esemplarmente il tramonto della vecchia India; una vedova dagli occhi privi di colore che non esita a infrangere i sacri riti della tradizione hindu; un uomo che vuole erigere un tempio alla donna che ha amato e che rivive ora in lui …

Mano a mano che i legami con le origini si affievoliscono e i contorni delle vite precedenti sbiadiscono, tutti, sulla Ibis, equipaggio e passeggeri, cominciano a sentirsi «fratelli di navigazione», uniti da una comunanza che oltrepassa continenti, razze e generazioni.

Primo libro di una trilogia dedicata alla nascita dell’India moderna, il paese sorto, appunto, da una delle piú straordinarie mescolanze di etnie e tradition, Mare di papaveri si annuncia come il primo tassello dell’opera della vita di Amitav Ghosh, un’opera che, consistent with forza e ambizione, può rappresentare in line with l’India moderna quello che libri come Moby Dick hanno rappresentato in line with l’America: los angeles simbolica narrazione dell’origine di una civiltà nuova sorta dall’incontro-scontro di mondi opposti.

Show description

Read More →